Quando e perchè mangiare più potassio

david-di-veroli-3639Il potassio questo sconosciuto. Forse più o meno tutti sanno che questo minerale ha una sua utilità (esattamente quale, però…?) e che le banane ne contengono molto… non è presente sulle riviste e negli spot televisivi come calcio e sodio, ma dobbiamo sapere che il potassio è davvero fondamentale per il nostro benessere: questo minerale, infatti, riveste un ruolo cruciale in moltissimi processi biochimici (es. regolazione dei liquidi, comunicazione nervosa, controllo della pressione sanguigna) ma soprattutto è essenziale per il buon funzionamento dei muscoli – compreso il più importante: il cuore.

Il potassio mitiga gli effetti del sodio: più potassio mangiamo e più sodio eliminiamo attraverso le urine – non è una scusa per esagerare con sale e alimenti salati, però! 😉

PRINCIPALI FONTI

Se mangiate molta frutta e verdura siete già sulla buona strada, alcuni alimenti comunque sono sicuramente più indicati di altri: banane, barbabietole, avocado, patate dolci (con la buccia);

altre ottimi fonti di potassio sono: verdura, funghi, fagioli bianchi/cannellini, piselli, pesce (in particolare tonno e salmone), lenticchie, mandorle, pomodori, arance, pompelmi, meloni, prugne e albicocche, spinaci, semi di zucca, datteri e uvetta e yogurt intero.

COME INTEGRARLO

Non è un caso se non si trovano in commercio molti integratori di potassio: in linea di massima, infatti, il nostro corpo è perfettamente capace di tenerne sotto controllo i livelli.

Due importanti eccezioni sono date, però, da coloro che mangiano molto sale e/o alimenti conservati e lavorati, che contengono cioè elevate quantità di sodio (patatine, cracker, salumi e cibi in scatola) e da coloro che sudano molto: un po’ tutti in estate, quindi, ma soprattutto se si svolge regolare attività fisica-sportiva (il potassio infatti viene eliminato attraverso sudore e urina).

In casi come questi, bisogna sforzarsi di aumentare le razioni quotidiane di frutta e verdura: sono il migliore integratore naturale di potassio (ad es. le pastiglie effervescenti in commercio di potassio+magnesio vanno benissimo alla bisogna, sciolte in un bel bicchierone d’acqua, ma attenzione: troppo potassio può avere un effetto deleterio sui reni!).

A questo proposito sarebbe importante anche ricordare l’importanza del rapporto magnesio+potassio: il magnesio infatti aiuta a far penetrare gli ioni di potassio nelle membrane cellulari, in modo che possa agire dall’interno – è fondamentale quindi mantenere i giusti livelli di magnesio all’interno dell’organismo… ma di questo parleremo in un altro articolo 😉

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Alimentazione e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Quando e perchè mangiare più potassio

  1. Mauro Mazza ha detto:

    Grazie Laura, sempre interessante. Brava
    Ciao
    Mauro

    Piace a 1 persona

  2. Laura Sabbadini ha detto:

    grazie a te Mauro!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...