12 cibi che migliorano le funzioni cerebrali (seconda parte)

Cercello 2

Foto: r101.it

[segue] …chi non vorrebbe un cervello sempre perfettamente “performante”?? Anche se ognuno nasce con la propria dotazione da madre natura, non significa che non possiamo sostenere e addirittura migliorare le nostre capacità cognitive attraverso la dieta: esistono cibi che nutrono le cellule cerebrali, che aiutano la memoria e che mantengono più giovane e scattante la cosiddetta materia grigia, davvero Winking Face on Apple iOS 12.2 ecco alcuni esempi:

7. CACAO

…ovvero il cioccolato fondente, ovvero min. 80% “Forse non tutti sanno che…” – il CACAO: grazie ai suoi flavanoli risulta essere un ottimo stimolante cerebrale – ovviamente vanno benissimo anche le fave di cacao crude.

8. CAFFÉ

La caffeina contenuta in questa amatissima bevanda ci aiuta a restare svegli, lo sappiamo molto bene, perché va a stimolare direttamente il nostro sistema nervoso; ma la caffeina migliora anche la performance cognitiva ed il nostro livello di attenzione in generale, migliorando così i risultati nelle attività che richiedono prontezza e concentrazione prolungate… solo temporaneamente, però Come sfruttare al meglio la nostra “dose” di caffeina

9. UOVA

Sode, strapazzate, alla coque, in camicia, sotto forma di frittata o all’interno di pasta e dolci… sono davvero infiniti i modi per consumare questi scrigni di energia Winking Face on Apple iOS 12.2 Le uova sono importantissime anche per la salute cerebrale, grazie al loro contenuto di colina (o vitamina J), che mantiene l’integrità strutturale delle membrane e migliora le funzioni cognitive, alle vitamine del gruppo B (soprattutto B6 e B12, fondamentali per il funzionamento del cervello), e molto molto altro ancora… mi racomando: facciamo sempre attenzione alla loro provenienza!

10. ROSMARINO

Profumatissimo e dalle note proprietà medicinali (tonico, stimolante, fortificante, anti-spastico, anti-dolorifico, antisettico, anti-parassitario e antinfiammatorio), il rosmarino funziona anche come antiossidante nella lotta ai radicali liberi e antimutageno, grazie all’acido carnosico e al carnosolo che proteggono dalla degenerazione neuronale.

11. BROCCOLI

Sempre più popolari come super-food, i broccoli ricordano degli alberi in miniatura e sono davvero di grande beneficio per il nostro organismo e per il nostro cervello: anch’essi sono ricchi di colina e di vitamina K e sono estremamente antiossidanti ed anti-infiammatori – addirittura aiutano a riparare le cellule cerebrali! Quindi… non facciamoli mai mancare sulla lista della spesa – e in tavola Winking Face on Apple iOS 12.2

12. SEMI DI ZUCCA

Questi semplici semi, spesso considerati “poveri”, in realtà sono ricchi di nutrienti ottimi per la salute del nostro cervello: in primis lo zinco, importantissimo per l’attività dei neuroni e delle sinapsi (in condizioni di carenza di zinco, questa attività rallenta immediatamente); poi il rame, che migliora la trasmissione nervosa e sostiene il funzionamento cerebrale; il ferro, assolutamente fondamentale per il nostro organismo (in condizioni di carenza di ferro, oltre a perdere forza fisica perdiamo anche immediatamente la capacità di elaborare e di concentrarci)… ne basta una manciata a colazione – o come spezza-fame durante la giornata.

Pubblicato in Alimentazione, Benessere 2.0 | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

* buon Ferragosto a tutti *

chiuso per ferie
foto: Il Messaggero

Conosco un bambino così povero che non ha mai veduto il mare:

a Ferragosto lo vado a prendere in treno a Ostia lo voglio portare.

“Ecco, guarda, gli dirò questo è il mare, pigliane un po’!”

Col suo secchiello, fra tanta gente, potrà rubarne poco o niente:

ma con gli occhi che sbarrerà il mare intero si prenderà.

(Gianni Rodari)

Pubblicato in Benessere 2.0 | Contrassegnato , , , | 1 commento

12 cibi che migliorano le funzioni cerebrali (prima parte)

Cervello

foto: Shutterstock x Focus.it

…chi non vorrebbe un cervello sempre perfettamente “performante”?! Anche se ognuno di noi è nato con la propria dotazione da madre natura, non significa che non possiamo sostenere e addirittura migliorare le nostre capacità cognitive attraverso la dieta: esistono cibi che nutrono le cellule cerebrali, che aiutano la memoria e che mantengono più giovane e scattante la cosiddetta materia grigia, davvero Winking Face on Apple iOS 12.2 ecco alcuni esempi:

1. NOCI

In molti hanno sottolineato come la forma stessa della noce e del suo guscio sia simile alla forma del cervello e del cranio che lo contiene… succede spesso che la natura si esprima per similitudini! Bastano 3 noci al giorno per aiutare a migliorare le nostre funzioni cognitive – lo hanno confermato recentemente anche i ricercatori della University of California, Los Angeles…

2. MIRTILLI

Piccoli ma potenti: come tutti frutti di bosco sono ricchi di antiossidanti, in aggiunta però i mirtilli contengo antocianine, i pigmenti rossi e blu noti per la loro capacità di migliorare le funzioni cognitive e neuronali del cervello, nonché la memoria! Inoltre hanno un più elevato contenuto di flavonoidi, che aiutano a rallentare e invertire i processi di invecchiamento a carico del cervello… meglio di così! “Forse non tutti sanno che…” – i MIRTILLI

3. CURCUMA

La curcuma è una spezia molto utilizzata nella cucina indiana: gialla come lo zafferano (spesso usata per darne il colore agli alimenti…) è già ampiamente conosciuta per le sue proprietà terapeutiche “Forse non tutti sanno che…” – la CURCUMA Per quanto riguarda il cervello, la curcumina contenuta nella curcuma ha capacità neuroprotettive e aiuta a combattere la formazione della placca amiloide, una delle cause dello sviluppo del morbo di Alzheimer.

4. OLIO D’OLIVA

Fondamento della nostra dieta mediterranea, è ricco di acidi grassi monoinsaturi dalle note proprietà anti-infiammatorie (così “certificate” da poter sostituire l’ibuprofene…!); protegge quindi anche il nostro cervello dalla degenerazione neuronale che porta al rallentamento del suo funzionamento e alla graduale perdita di memoria.

5. SALMONE

È risaputo quanto il salmone sia ricco di acidi grassi omega-3, tanto benefici per il cervello (n.b.: che è parzialmente costituito da grasso)

6. AVOCADO

L’avocado è ormai di gran moda tutto l’anno – e a ragion veduta: affettato nei tramezzini, sotto forma di guacamole, spalmato sul pane tostato o aggiunto ai frullati… oltre che fonte di fibra, è un frutto ricco di grassi monoinsaturi e di luteina, importantissimi per il nutrimento del cervello, per l’aumento della memoria e della concentrazione; sembra, infatti, che mangiare un avocado al giorno migliori la nostra capacità di attenzione, la memoria e l’efficacia nella soluzione dei problemi!

[segue]

Pubblicato in Alimentazione, Benessere 2.0 | Contrassegnato , , , , , , , | 2 commenti

“Forse non tutti sanno che…” – PARAFFINUM LIQUIDUM

paraffina

foto: artimondo.it

La paraffina liquida (individuabile nell’INCI dei prodotti con il nome Paraffinum Liquidum, Petrolatum ed il suo derivato Cera Microcristallina) è un olio di origine minerale costituito da una miscela di idrocarburi C15-C40 ottenuta dalla distillazione del petrolio (!)

È molto utilizzata nel settore cosmetico come agente filmante per dare la sensazione di levigatezza (impedisce la perdita di acqua dagli strati superficiali es. della pelle, riducendone la disidratazione) ma… si tratta, appunto, solo di una sensazione, derivante dal fatto che questo componente sulla pelle o sulle labbra altro non è che una patina, una pellicola che non consente di respirare, velocizza l’invecchiamento, ostruisce i pori e – oltre al danno la beffa – non idrata veramente quindi ne serve sempre di più etc… Astonished Face on WhatsApp 2.19.175

Quali sono i possibili effetti? Sulla bocca, ad esempio, può contribuire alla formazione di herpes labiale o alla comparsa di puntini neri sul bordo delle labbra. Sul corpo? Scrivo questo articolo proprio perché recentemente ho ricevuto un massaggio con un prodotto a base di olio di mandorle dolci, contenente ingredienti “assolutamente naturali, dalle benefiche proprietà drenanti” etc. – tutto vero, senza considerare però la presenza di un unico “alieno” nella lista degli ingredienti naturali: sì, proprio il Paraffinum Liquidum, posizionato oltretutto al secondo posto (quindi in una percentuale piuttosto rilevante)… Risultato?? Una teribile (e immediata) eruzione cutanea, peggiorata durante la notte e per due settimane a seguire, manco fossi stata divorata da uno sciame di pappataci… Sad but Relieved Face on Facebook 3.1

Se è vero quindi che sbagliando si impara, ho ritenuto doveroso avvertire il prossimo: facciamo molta attenzione agli ingredienti degli alimenti, sempre, ma impariamo a prestare attenzione anche agli ingredienti di ciò che ci mettiamo addosso!!

p.s.: mi è stato segnalato un sito interessante www.biodizionario.it: basta digitare il nome dell’ingrediente per scoprire se è contrassegnato da un bollino verde, giallo o rosso… Horizontal Traffic Light on Samsung One UI 1.0

Pubblicato in Alimentazione, Benessere 2.0 | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

agosto a Milano e lo yoga… raddoppia!

LOCANDINA viniyoga estate 2019 raddoppia

Immagine | Pubblicato il di | 2 commenti

Non è una vera vacanza se non ti sconnetti!

brain-on-vacation

foto: neurovendita.net

Vacanza viene da vacans e significa spazio vuoto: solo nel vuoto il cervello si rigenera… ecco perché l’ansia  della connessione a tutti i costi può rovinarla: spegniamo la mente per un po’, ci farà bene! Winking Face on Apple iOS 12.2

Se fino a pochi anni fa le vacanze erano garanzia di stacco dalla vita ordinaria, almeno per qualche giorno, oggi non è più così: da quando siamo connessi ovunque ci troviamo, le vacanze non forniscono più quell’effetto rigenerante e di puro svago di cui abbiamo così tanto bisogno… conversazioni, discussioni, corteggiamenti, fake e trash news, aggiornamenti, notifiche e condivisioni: il tempo ordinario è ormai continuamente interrotto – questo già lo sapevamo – ma ora è interrotto anche il tempo extra-ordinario, che dovrebbe per sua natura essere separato dalle “solite cose” Anguished Face on Apple iOS 12.2

Esibizionismo da spiaggia o resort esclusivo, angoscia dell’abbandono (da parte nostra e/o degli “amici” su Facebook, Whatsapp o Instagram)… ammettiamolo: la vacanza connessa rende nervosi e non fa rilassare, perché così

  • Il riposo è meno rigenerante, interrotto o poco profondo
  • Il rilassamento è scadente (la mente è sempre attiva e deve “rispondere”)
  • Aumenta il nervosismo perché ci si sente tirati tra due mondi
  • Si fatica a godere dei momenti belli che la vacanza offre
  • I familiari sono irritati perché la persona non è mai del tutto presente
  • Alla fine della vacanza vi è la sensazione che sia passata senza lasciare traccia

VIA IL TELEFONO AI PASTI È tipica la scena in cui padre, madre e figli mangiano nel silenzio, ognuno immerso nel proprio telefonino… davvero il virtuale è tanto più interessante del reale? Thinking Face on Apple iOS 12.2 Oppure è solo una fuga dal faccia a faccia?? Provate a spegnerlo tutti e vedete cosa succede: potreste avere delle sorprese!

NO AGLI AGGIORNAMENTI Non raccontiamo in tempo reale ciò che stamo vivendo, al solo scopo di stimolare istantaneamente i commenti sui social: parlare troppo rende schiavi degli altri e dei loro apprezzamenti – e chi è schiavo, si sa, non è libero ed è anche più facilmente vittima dello stress mentale…

NON FOTOGRAFARE TUTTO Con lo smartphone in mano c’è il rischio di cadere nella sindrome “fotografare è più importante di vedere” o del “senza foto non esiste”: invece di godersi uno scenario o una città, ormai li si fotografa! Ma gli scatti migliori li fa la memoria – che li userà per rigenerare il nostro cervello Winking Face on Apple iOS 12.2

da un articolo di Pietro Fornari, pubblicato su Riza Psicosomatica nel luglio 2016 (!)

tre anni dopo, quanto è ancora più attuale?? Meditiamo gente, meditiamo…

…e buone vacanze a tutti!!

Beach With Umbrella on Apple iOS 12.2Beach With Umbrella on Apple iOS 12.2Beach With Umbrella on Apple iOS 12.2Beach With Umbrella on Apple iOS 12.2Beach With Umbrella on Apple iOS 12.2Beach With Umbrella on Apple iOS 12.2Beach With Umbrella on Apple iOS 12.2Beach With Umbrella on Apple iOS 12.2Beach With Umbrella on Apple iOS 12.2Beach With Umbrella on Apple iOS 12.2Beach With Umbrella on Apple iOS 12.2Beach With Umbrella on Apple iOS 12.2Beach With Umbrella on Apple iOS 12.2Beach With Umbrella on Apple iOS 12.2Beach With Umbrella on Apple iOS 12.2Beach With Umbrella on Apple iOS 12.2Beach With Umbrella on Apple iOS 12.2Beach With Umbrella on Apple iOS 12.2Beach With Umbrella on Apple iOS 12.2Beach With Umbrella on Apple iOS 12.2Beach With Umbrella on Apple iOS 12.2Beach With Umbrella on Apple iOS 12.2Beach With Umbrella on Apple iOS 12.2Beach With Umbrella on Apple iOS 12.2Beach With Umbrella on Apple iOS 12.2Beach With Umbrella on Apple iOS 12.2Beach With Umbrella on Apple iOS 12.2

 

Pubblicato in Counseling, Mindfulness al lavoro | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

“Forse non tutti sanno che…” – la CURCUMA

Ho preso spunto da un articolo di divulgazione dell’ottimo sito Macrolibrarsi (www.macrolibrarsi.it) per riassumere le principali virtù di questa super-spezia Winking Face With Tongue on HTC Sense 8

Curcuma

La fama della curcuma – che troviamo in commercio sotto forma di polvere color arancio, dotata di grande capacità di tingere qualsiasi cosa con cui venga in contatto! – si sta diffondendo ormai anche in Occidente, sia in cucina che come rimedio naturale.

Secondo la tradizione Ayurvedica, questa spezia è un potentissimo anti-infiammatorio naturale – ma vediamo da vicino quali sono i suoi principali benefici/applicazioni:

  • Disintossicante
    Ottimo rimedio per il buon funzionamento del fegato, aiuta l’eliminazione delle tossine in eccesso. Per ottenerne il massimo del beneficio, meglio non assumerla insieme al pepe nero (quest’ultimo, infatti, inibisce la funzionalità di detossificazione propria della curcuma e mantiene l’effetto antinfiammatorio sui tessuti e le cartilagini!) – lo zenzero può essere una valida alternativa.
  • Preziosa per il cuore
    Grazie alla curcumina contenuta al suo interno, la curcuma diventa una preziosa alleata anche per il cuore ed il sistema cardiovascolare: contrasta le malattie cardiache, rafforza il rivestimento dei vasi sanguigni e svolge un’azione antinfiammatoria. Agisce nel sangue anche sui livelli di colesterolo.
  • Benefica per lo stomaco
    Allevia i dolori e gli spasmi di stomaco, regolarizzando le funzioni gastriche.
  • Fa bene alle cellule nervose e al cervello
    La curcuma è un tonico per il cervello, rallenta l’invecchiamento delle cellule cerebrali e previene infiammazioni a carico del sistema nervoso centrale.
  • Coadiuva la perdita di peso
    La curcuma ha un alto potere digestivo e favorisce la digestione nel suo complesso –  e non solo: inibisce la capacità delle cellule adipose di formarsi o di assorbire sostanze nutritive.
  • Contrasta gonfiori e flatulenza
    Stimola l’azione della cistifellea nella produzione degli acidi biliari, prevenendo la formazione di gonfiore e flatulenza.
  • Antibatterico per raffreddore e mal di gola
    Miscelata al miele e al limone, è un ottimo rimedio per le infiammazioni del cavo orale, raffreddore e mal di gola.
Pubblicato in Alimentazione | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 1 commento