8 alimenti che curano e sostengono il sistema immunitario – seconda parte

lacooltura.com

foto: lacooltura

[segue da venerdì scorso]

5. Verdure a foglia verde

Tutti sanno che le verdure fanno bene ma quelle a foglia verde (es. bietola, cavolo e spinaci) sono particolarmente utili per il sistema immunitario, in quanto ricche di vitamine, soprattutto la vitamina C, dalle proprietà antiossidanti e protettive contro lo stress ossidativo. Inoltre, le verdure a foglia verde aiutano a mantenere una regolare attività intestinale, grazie all’elevato contenuto di fibre, e sono molto importanti anche per fissare il ferro nel nostro sangue! Flexed Biceps on Samsung One UI 1.0

6. Frutti di bosco

Anche i frutti di bosco  presentano grandi capacità antiossidanti, aiutando a combattere lo stress ossidativo e supportando il sistema immunitario. Anch’essi contengono elevate dosi di vitamina C e sono estremamente utili per il sistema digestivo; in particolare, hanno effetto positivo sul microbioma intestinale e aumentano così naturalmente la nostra capacità di risposta immunitaria: l’80% del sistema immunitario risiede proprio nel nostro intestino!

7. Curcuma

(vedi anche Forse non tutti lo sanno che… la CURCUMA)

Sono ormai riconosciute a livello mondiale le grandissime capacità anti-infiammatorie della curcumina, componente principale della curcuma, in grado di bloccare le molecole responsabili dell’aumento progressivo dei livelli di infiammazione.

Va notato che, per garantire il corretto assorbimento della curcumina da parte dell’organismo, dobbiamo assumere la curcuma insieme al pepe nero oppure allo zenzero, per “scaldarla” ed attivarne così i principi attivi.

8. Sambuco

L’estratto delle bacche di sambuco è un rimedio anti-influenzale presente in tutte le tradizioni mediche: è un anti-virale in grado di contrastare almeno 10 diversi ceppi influenzali e di ridurne i sintomi nel giro di tre o quattro giorni. Le sue piccole gemme stimolano naturalmente la nostra risposta immunitaria contro gli agenti patogeni.

Il sambuco si può trovare in soluzione idro-alcolica oppure (soprattutto nelle zone di montagna) si può consumare sotto forma di sciroppo, da diluire in acqua calda o fredda.

 

 

Pubblicato in Alimentazione, Benessere 2.0, Yoga e tradizioni | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

8 alimenti che curano e sostengono il sistema immunitario – prima parte

informarexresistere.fr

foto: informarexresistere.fr

Che bello sarebbe avere un sistema immunitario così forte da proteggerci da qualsiasi malanno… potremmo restare sani in mezzo ad amici, colleghi e parenti che “cadono malati”, non perderemmo giorni di lavoro, di palestra e di svaghi (come dice la pubblicità), non saremmo costretti a riposare e passeremmo indenni attraverso la prossima ondata influenzale!  Tutto ciò in realtà è possibile: basta prenderci cura (regolarmente) del nostro sistema immunitario – ma come farlo in maniera naturale??

Uno dei sistemi migliori è attraverso quello che mangiamo; molti alimenti, infatti, hanno proprietà capaci di sostenere la naturale risposta del nostro sistema immunitario, eccone alcuni esempi:

1.Brodo di carne

Cioè il brodo ricavato facendo bollire a lungo le ossa di pollo, di tacchino o di manzo, per estrarne al meglio i nutrienti. Forse non tutti sanno che es. il brodo di pollo è una delle medicine in assoluto più diffuse e più efficaci al mondo (!): contiene arginina, un aminoacido che aiuta a regolare la risposta del sistema immunitario e a tenere sotto controllo le infiammazioni, e glicina, un altro aminoacido che aiuta a controllare le infiammazioni, a ristrutturare rapidamente le molecole di collagene e a ricostruire le proteine. Inutile dire che l’animale non deve essere stato nutrito con antibiotici… Pill on WhatsApp 2.19.62

2. Aglio

Oltre a tenere lontani i vampiri, l’aglio da sempre è  noto per le sue eccezionali proprietà disinfettanti e per il grande aiuto che è in grado di dare al nostro sistema immunitario, stimolando linfociti e globuli bianchi. Garlic on Emojipedia 12.0

3. Miele grezzo

Non soltanto il miele grezzo è buonissimo: è anche un ottimo medicinale, grazie al suo elevato contenuto di antiossidanti (che aiutano a combattere i radicali liberi, nemici del sistema immunitario). Inoltre il miele possiede anche grandi proprietà anti-batteriche (vedi articolo Forse non tutti sanno che… il MIELE) Honey Pot on Apple iOS 12.2

4. Zenzero

Anche lo zenzero ha naturali proprietà anti-infiammatorie dovute ai suoi gingerolo, shogaolo e paradolo Thinking Face on Apple iOS 12.2Grinning Face With Sweat on Apple iOS 12.2: queste componenti inibiscono il proliferare delle citochine nell’organismo, responsabili dell’accumularsi degli stati infiammatori…  Come aglio e miele grezzo, anche lo zenzero è un antibatterico naturale.

[segue]

Pubblicato in Alimentazione, Benessere 2.0, Yoga e tradizioni | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Ottobre è il mese della sensibilizzazione sul tumore al seno

nastrorosa

Anche Benessere 2.0, in collaborazione con GreenMedinfo, vuole contribuire alla sensibilizzazione sul tumore al seno, suggerendo otto “prodotti” (scientificamente provati e naturalmente rosa), per aiutare la prevenzione:

cavolo rosso

 

red_cabbage

Un composto chiamato ‘indolo-3-carbinolo (I3C, di cui sono ricche le crucifere) è in fase di studio per la sua potenziale capacità di ridurre significativamente l’incidenza di cancro al seno.

melagrana

856233682_553eb75e-4836-4aa9-bfa0-3e6f476febcd_680X680cropresize_480x480

Ricerche di laboratorio suggeriscono che questo frutto, simile a uno scrigno colmo di gemme, possa prevenire il tumore al seno, bloccando un certo enzima (aromatase) che converte gli androgeni in estrogeni.

barbabietola

remolacha

È stato dimostrato in via sperimentale che l’estratto di barbabietola rossa aiuta a contenere i fenomeni metastasici, tanto che gli esperti ne stanno studiando l’utilizzo in abbinamento ai farmaci tradizionali anti-cancro, per ridurne gli effetti collaterali tossici.

ravanello

radish-nutrition-facts

Aiuta a ridurre la proliferazione delle cellule cancerogene, grazie alla ricchezza di anti-ossidanti; in particolare, uno studio giapponese ne ha verificato gli effetti positivi sull’incidenza proprio dei tumori al seno.

carota

Fresh carrots

Anche la carota (arancione o viola) ha un forte potere anti-ossidante, grazie all’apporto di beta-carotene.

mela

images
La buccia rossa e rosa indica la presenza di antociani dalle provate proprietà anti-cancerogene; inoltre la mela è ricca di quercetina, un flavonolo che inibisce la proliferazione tumorale, come già dimostrato in diversi studi scientifici. [vedi anche “Forse non tutti sanno che…” – la MELA 😊]

patata dolce

sweetpotatoes_getty2400-56a4975c5f9b58b7d0d7b790

Da non confondersi con la yam americana, la versione con la buccia rossa o viola è anch’essa ricca di anti-ossidanti, mentre quella arancione indica la presenza di beta-carotene.

uva

0000000004023

Anche in questo caso, la varietà rossa è ricca di anti-ossidanti: proprio come per il vino rosso – ma senza i rischi legati al consumo di alcol!

 

Pubblicato in Alimentazione, Benessere 2.0 | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

RIFLESSIONI DI FINE ESTATE

fine-vacanze-estive

foto: scuolissima

…in preda all’angoscia da fine estate?! Anche se – calendario alla mano – non siamo poi tornati da molto tempo a casa/scuola/lavoro, magari stiamo già programmando le prossime vacanze fuori stagione, per avere qualcosa cui pensare… o magari invece non vediamo l’ora di mangiare caldarroste e rispolverare gli addobbi di Natale?? In ogni caso è sempre utile ed importante prendersi un po’ di tempo per riflettere sulla fine della stagione estiva, o meglio: sul passaggio all’autunno (anche se è vero che non ci sono più le stagioni di una volta…) Winking Face on Apple iOS 12.2

Con l’arrivo dell’estate, le giornate lunghe e soleggiate, gli abiti leggeri (e le vacanze in vista), anche il nostro comportamento spesso tende a diventare più solare, è naturale; se però soffriamo davvero molto quando le giornate iniziano ad accorciarsi (per non parlare poi del ritorno all’ora solare!), il clima peggiora e l’autunno inevitabilmente porta un cambiamento di ritmi in generale… allora forse è meglio provare ad applicare un po’ di mindfulness proprio a questo “momento di passaggio”!

Potremmo provare un senso di perdita, un mix di malinconia per il divertimento ed il tempo libero che sembrano essere svaniti e nel contempo una minor spinta a uscire e socializzare; il colpevole può essere la carenza di vitamina D, derivante – effettivamente – dalla minore esposizione alla luce solare [vedi anche Integrare la vitamina D – come e perchè]

Potremmo però anche provare effettivo piacere che il gran caldo sia finito, che non si debba forzatamente partecipare ad ogni aperitivo/grigliata/gita al mare etc., anzi: a dire il vero, non vediamo l’ora di poterci ranicchiare sul divano a leggere un buon libro o guardare un film, sotto una morbida copertina… Chestnut on Samsung One UI 1.5Books on Samsung One UI 1.5Hot Beverage on Apple iOS 12.2

In tutti i casi è importante fermarci, anche brevemente, a riflettere su cosa ci piace/dispiace di questa fase, su come tutto questo ci fa sentire e sul perché sentiamo il bisogno “fisico” di certe cose o situazioni… La riflessione è importante per tornare a sintonizzarci sui nostri desideri più autentici, soprattutto dopo una fase sovraccarica di impegni e distrazioni come quella estiva (la prossima prova, inevitabilmente, sarà quella delle feste di fine anno, quindi… all’erta!)

Che sia attraverso un percorso di counselling, sessioni di mindfulness, la pratica es. dello yoga o la meditazione, è importante effettuare periodicamente un punto della situazione relativamente ai nostri sogni e bisogni: per impostare in maniera diversa e più funzionale l’autunno/inverno, il nostro studio, il nostro lavoro, i rapporti sociali e familiari e… perché no?! Le prossime vacanze estive Sun With Face on WhatsApp 2.19.244Smiling Face With Sunglasses on Apple iOS 12.2

 

Pubblicato in Mindfulness al lavoro | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

8 chiari sintomi di scarsa intelligenza emotiva – seconda parte

scuolaconleali.it

Foto: scuolaconleali.it
[segue]

Senza intelligenza emotiva, fondamentalmente, siamo degli individui emotivamente immaturi, incapaci di assumerci la responsabilità di noi stessi o della nostra vita di relazione… Ecco alcuni esempi di scarsa intelligenza emotiva: consideriamoli come tanti campanelli d’allarme per riflettere, ogni qualvolta li riscontriamo nei nostri interlocutori – o magari in noi stessi Upside-Down Face on Apple iOS 12.2

5. non hanno veri amici.

Non è raro sentirli dire che hanno pochi (o non hanno) amici perché es. hanno traslocato da poco, i vecchi amici li hanno abbandonati, è difficile trovare persone interessanti/ simpatiche/ con un buon carattere etc. Oppure hanno generiche “conoscenze”, persone con cui si divertono ma che non li conoscono davvero.

6. devono sempre avere ragione.

È comprensibile sentirsi a disagio quando vengono messi in discussione i nostri punti di vista, ma dovrebbe essere così solo per quell’argomento in cui siamo davvero “coinvolti”… se invece bisogna sempre avere ragione a tutti i costi, allora significa che accettare o anche solo considerare vedute diverse fa sentire persi e/o inferiori…!

7. criticano tutto e tutti – tranne se stessi.

Se qualcuno parla spesso del cattivo carattere degli altri, senza mai parlare del proprio, probabilmente non è dotato di grande intelligenza emotiva: quando siamo a nostro agio con le emozioni, infatti, siamo in grado di osservare noi stessi con obbiettività e gli altri con empatia… incolpare sempre il resto del mondo e sottolineare unicamente i nostri pregi e punti di forza risulta in un bel campanello d’allarme!

N.B.: notiamo anche se un’eventuale “ammissione di difetto” non sia solo di facciata, una falsa umiltà – oppure sia liquidata frettolosamente e superficialmente o, peggio, usata come scusa per giustificare il proprio comportamento scorretto.

8. sono prodighi di consigli e opinioni, anche se nessuno glieli chiede.

È utile avere qualcuno che ci avverta o che ci “richiami all’ordine” quando serve; ma è davvero sfinente ricevere sempre solo commenti negativi o sentire che per qualcuno sia più importante dire quello che pensa di te e della tua vita, piuttosto che sapere davvero come ti senti e ciò che provi… Anche quando sembrano interessati ai tuoi problemi, la loro incapacità di comunicare e di chiederti es. come stai, non saper valutare la tua apertura al consiglio e non rispettare la tua possibile non-apertura… beh: tutto indica che, in realtà, non c’è molta comprensione né attenzione alle emozioni altrui!

Pubblicato in Counseling, Mindfulness al lavoro | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

8 chiari sintomi di scarsa intelligenza emotiva

comunicacion.intecca.uned.es

Foto: comunicacion.intecca.uned.es

Si sente molto parlare di “intelligenza emotiva” (di gran moda nelle Corporations all’avanguardia come Google, argomento di workshop e seminari nelle principali università ed MBA, Harvard in testa, anche io ne parlo moltissimo nei miei corsi Nerd Face on WhatsApp 2.19.175) ma… di che cosa si tratta?

Viene così definita la capacità di essere consapevoli delle nostre emozioni, saperle controllare come e quando serve e riuscire ad esprimerle nella maniera più appropriata, per poter gestire al meglio le nostre relazioni.

Senza intelligenza emotiva, fondamentalmente, siamo degli individui emotivamente immaturi, incapaci di assumerci la responsabilità di noi stessi o della nostra vita di relazione…

Ecco alcuni esempi di scarsa intelligenza emotiva: consideriamoli come tanti campanelli d’allarme per riflettere, ogni qualvolta li riscontriamo nei nostri interlocutori… o magari in noi stessi Upside-Down Face on Apple iOS 12.2

1. (ri)portano sempre l’argomento della conversazione su di sé.

Riescono a monopolizzare ogni conversazione e a portare qualsiasi argomento altrui, anche il più disparato, sempre e solo su di sé.

I più “sofisticati” sembrano ascoltare attentamente e fanno perfino delle domande, ma alla fine sono sempre loro che hanno avuto la meglio/la peggio etc… insomma: è loro l’ultima parola perché solo loro possono essere protagonisti!

2. non fanno mai nulla per niente.

Non si tratta solo degli avari o dei maleducati (quelli sono semplici da smascherare): c’è chi eccede in gesti belli e generosi solo perché funzionali es. a colpire positivamente chi li osserva. Ascoltiamo quindi il nostro intuito quando ci dice che qualcuno è troppo affascinante, suona falso o è eccessivo nei modi – a volte basta anche solo ascoltare proprio quello che dice per scoprirne le intenzioni manipolatorie: gli altri sono sempre strumenti per un determinato fine…

3. sono patologicamente positivi.

Ovviamente essere ottimisti è utile, attira la fortuna ed è piacevole per chi ci circonda: però liquidare sempre gli altri con un “pensa positivo”, “smettila di pensarci” etc.  in realtà non fa che peggiorare l’ansia e frustrare l’interlocutore… Pretendere che problemi, malattie e brutture non esistano equivale a non voler vivere veramente (e imporre questa visione agli altri significa che non si è in grado di affrontare lo spettro delle possibili reazioni ed implicazioni emotive). Lo stesso vale es. per chi ride della sensibilità altrui, anche quando è giustificata, o viceversa quando si rimane gentili in situazioni dove sarebbe del tutto ragionevole arrabbiarsi.

4. non sanno rispettare gli impegni.

La comunicazione via smartphone rende tutto molto più veloce – purtroppo però diventa più facile anche sbagliare. È comprensibile e può capitare di dover cambiare programma o idea all’ultimo minuto: ma se succede davvero troppo spesso, allora significa che manca la capacità stabilire i propri confini (ad es. per rifiutare subito un invito non desiderato) e/o che non c’è l’empatia necessaria (leggasi educazione e rispetto dell’altro) ad es. per capire che gli altri vanno avvisati per tempo… [segue]

Pubblicato in Counseling, Mindfulness al lavoro | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

VINIYOGA autunno/inverno

LOCANDINA viniyoga autunno inverno 2019

Immagine | Pubblicato il di | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento