…cerchiamo di non prendercela subito!

www.milliyet.com.tr

foto: milliyet.com

A volte la più piccola azione (o mancanza di azione) può avere un grande effetto sul nostro stato d’animo e influire seriamente su come ci sentiamo verso amici, colleghi o parenti… Prendiamo un esempio molto comune: mandiamo un’email di lavoro a un collega, passano giorni ma non riceviamo alcuna risposta – pensiamo subito “che gran maleducato!”. Magari è proprio così, però potrebbe anche essere che il collega si trovi in una situazione di emergenza/imprevista, che lo costringe a concentrarsi su tutt’altro (e magari lo fa sentire in colpa per non riuscire a risponderci coi soliti tempi e modi)…

Ci troviamo di fronte a queste piccole situazioni continuamente, motivo per cui diventa importante allenarsi a considerare sempre un contesto più ampio, prima di saltare a rapide conclusioni: innanzitutto, se qualcosa è davvero importante, vale sempre la pena di essere noi i primi ad investirci un po’ di tempo in più, spiegarla e comunicarla nella maniera più efficace possibile (cosa che spesso non accade)… nella marea di email, messaggini e notifiche quotidiane, tutto può essere importante e, di fatto, nulla lo è più!

Se qualcuno o qualcosa ci fa arrabbiare, proviamo a capirne il motivo (in noi stessi ) e le possibili spiegazioni (dal punto di vista dell’altro): ognuno naturalmente tende a considerare i propri problemi, priorità, emergenze etc. come i più importanti e ritiene che questo sia perfettamemte logico ed evidente per gli altri… ecco: vale sempre la pena verificarlo Winking Face on Apple iOS 12.2

Un utile esercizio è sempre quello di provare a vedere la situazione dall’esterno: spesso basta uno spostamento di visuale per notare dettagli che in prima battuta abbiamo ignorato o minimizzato (non è mai facile essere obbiettivi dall’interno…).

Le nostre vite sono costruite sulle relazioni, siamo “animali sociali” e questo dovrebbe rappresentare un punto di forza, non di debolezza: cerchiamo quindi di diventare sempre più sociali e socievoli, niente di meglio come buon proposito per il rientro e la ripresa autunnale: cerchiamo di fermarci a osservare le situazioni per ciò che sono realmente… niente di personale – fino a prova contraria, s’intende! Smiling Face With Horns on Apple iOS 12.2

Questa voce è stata pubblicata in Counseling, Mindfulness al lavoro e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...