Ottobre è il mese della sensibilizzazione sul tumore al seno

nastrorosa

Anche Benessere 2.0, in collaborazione con GreenMedinfo, vuole contribuire alla sensibilizzazione sul tumore al seno, suggerendo otto “prodotti” (scientificamente provati e naturalmente rosa), per aiutare la prevenzione:

cavolo rosso

 

red_cabbage

Un composto chiamato ‘indolo-3-carbinolo (I3C, di cui sono ricche le crucifere) è in fase di studio per la sua potenziale capacità di ridurre significativamente l’incidenza di cancro al seno.

melagrana

856233682_553eb75e-4836-4aa9-bfa0-3e6f476febcd_680X680cropresize_480x480

Ricerche di laboratorio suggeriscono che questo frutto, simile a uno scrigno colmo di gemme, possa prevenire il tumore al seno, bloccando un certo enzima (aromatase) che converte gli androgeni in estrogeni.

barbabietola

remolacha

È stato dimostrato in via sperimentale che l’estratto di barbabietola rossa aiuta a contenere i fenomeni metastasici, tanto che gli esperti ne stanno studiando l’utilizzo in abbinamento ai farmaci tradizionali anti-cancro, per ridurne gli effetti collaterali tossici.

ravanello

radish-nutrition-facts

Aiuta a ridurre la proliferazione delle cellule cancerogene, grazie alla ricchezza di anti-ossidanti; in particolare, uno studio giapponese ne ha verificato gli effetti positivi sull’incidenza proprio dei tumori al seno.

carota

Fresh carrots

Anche la carota (arancione o viola) ha un forte potere anti-ossidante, grazie all’apporto di beta-carotene.

mela

images
La buccia rossa e rosa indica la presenza di antociani dalle provate proprietà anti-cancerogene; inoltre la mela è ricca di quercetina, un flavonolo che inibisce la proliferazione tumorale, come già dimostrato in diversi studi scientifici. [vedi anche “Forse non tutti sanno che…” – la MELA 😊]

patata dolce

sweetpotatoes_getty2400-56a4975c5f9b58b7d0d7b790

Da non confondersi con la yam americana, la versione con la buccia rossa o viola è anch’essa ricca di anti-ossidanti, mentre quella arancione indica la presenza di beta-carotene.

uva

0000000004023

Anche in questo caso, la varietà rossa è ricca di anti-ossidanti: proprio come per il vino rosso – ma senza i rischi legati al consumo di alcol!

 

Questa voce è stata pubblicata in Alimentazione, Benessere 2.0 e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...