PRIMA DI UNA CONVERSAZIONE DIFFICILE, CONSIDERIAMO IL PUNTO DI VISTA DELL’ALTRO…

rawpixel-com-384899

È naturale affrontare una conversazione difficile focalizzandoci su quello che noi vogliamo dalla situazione – ma pensare solo ai propri obiettivi non fornirà né a noi né alla nostra controparte il terreno necessario per risolvere il conflitto. Abbiamo bisogno di comprendere bene obiettivi e interessi degli altri: c’è infatti una spiegazione razionale per il modo in cui si sono comportati finora (anche se, evidentemente, noi non siamo d’accordo), quindi… quale potrebbe essere?

Pensiamo a quello che sta succedendo loro e chiediamoci: che cosa sperano di realizzare? E perché è importante per loro? Se non siamo sicuri, possiamo chiedere un parere su quanto sta accadendo a qualcuno di cui ci fidiamo, ad esempio qualcosa tipo “vorrei un consiglio: non ho mai lavorato molto con Pippo/Pluto/Paperino, ma so che tu invece l’hai fatto: potresti aiutarmi a capire, secondo te, come potrebbero vedere questa situazione?”

Mettersi nei panni dell’altra persona ci dà informazioni che possiamo utilizzare per affrontare e gestire al meglio ogni discussione – e per cercare di proporre soluzioni che soddisfino le esigenze di entrambi.

Questa voce è stata pubblicata in Counseling, Mindfulness al lavoro e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...